Nella geografia della descrizione ambientale sonora, questo è un buon atlante di percorsi segreti. Michael Redolfi, Steve Roach, Vidna Obmana e Robert Rich sono alcuni dei maggiori teorici nella definizione di queste mappe, che ci permettono di attraversare un mondo che per molti aspetti è più reale di quello che intendiamo.

Se vogliamo immaginare le connessioni fra i differenti territori che sperimentiamo nella nostra vita non abbiamo un facile percorso. Quelli di noi che più hanno viaggiato, a misurarsi con le incognite delle lingue veramente differenti, e così dei climi, delle dotazioni e delle riserve, sanno che sono molti i territori inaccostabili, terre semplicemente troppo ostili, vaghe o precluse ai normali flussi del viaggio organizzato.

Hic sunt leones, nulla di gratuito è concesso all’avventato carovaniere, qualunque natura abbia il suo serraglio, se la sua borsa non contiene la corretta qualità di gemme. La sete potrebbe isolarci in una steppa desolata, gli animali potrebbero fuggire, di notte, per trovare da soli piste inaudite. Ed il silenzio potrebbe pietrificarci, come ad indicare, priva di spiegazioni, la natura angelica del paesaggio.