energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

“Jazz on Broadway”: cantanti americani interpretano i classici del musical Spettacoli

Arezzo – Anche Arezzo festeggia l'”Indipendence day” rendendo omaggio a quel 4 luglio 1776 quando tredici colonie proclamarono la loro indipendenza dalla Gran Bretagna, segnando così la nascita degli Stati Uniti d’America.

Lo fa con “Jazz on Broadway”, al Teatro Petrarca il 4 luglio alle 21.15 (biglietti da Vieri dischi e su ticketone, un concerto che propone il meglio di Broadway e classici del Jazz arricchiti da letture sui diritti umani, organizzato da Spazio Seme e l’americana Friends University in collaborazione con Mengo Festival che proprio con questo spettacolo apre la sua settimana di eventi.

Sul palco protagoniste le voci di 20 cantanti americani: le atmosfere di celebri musical di Broadway come “Porgy & Bess”, “Les Miserables”, “The Phantom of Opera”, “The Sound of Music”,  “Sister Act”, “The Wizard of Oz”, “Aladdin” si alterneranno a classici Jazz di grandi autori, da George Gershwin a Richard Rogers, da Harold Arlen a Duke Ellington e molti altri. Non mancheranno esecuzioni che attingono al repertorio italiano, come il brano per coro e voce “Nella fantasia”, ispirato alla colonna sonora del film The Mission, che vide tra i suoi compositori anche Ennio Morricone.

I giovani cantanti sono guidati da Matthew Schloneger, docente di voce presso la Friends University e presidente dell’associazione nazionale degli insegnanti di canto in Kansas, e Gianni Bruschi, direttore artistico di Spazio Seme. Tutti e 20 fanno parte di “Opera Seme International Voice Program”, programma residenziale di formazione per cantanti d’opera con insegnanti americani e italiani, al suo secondo anno, ideato dal centro artistico internazionale Spazio Seme in collaborazione con Friends University (USA).

Ad accompagnare le voci, un ensemble di Oida Orchestra Instabile di Arezzo composto da 7 jazzisti: Francesco Sarrini contrabbasso, Dario Rossi batteria, Daniele Nasi sassofono, Andrea del Vescovo tromba, Paolo Acquaviva trombone, Federico Nuti pianoforte, Paula Gelpi tastiere e dal quartetto archi di Oida guidato da Lorenzo Rossi, primo violino e direttore della stessa orchestra, insieme a Marna Fumarola violino, Elisa Pieschi violoncello, Erika Capanni viola. L’ensemble musicale verrà diretto dal maestro Whittaker Locke della Columbus State University.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »